Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie [Cookie Policy] 


 

 

Stefano Rodotà – Il diritto alla conoscenza

“Quando l’anno scorso fu votato da un certo numero di parlamentari come possibile Presidente della Repubblica, con molte persone si parlava di Stefano Rodotà come qualcuno che aveva delle caratteristiche uniche per svolgere quel ruolo. Il fatto che fosse un giurista, un costituzionalista le cui qualità e contributi alla dottrina fossero riconosciuti da molto tempo come eccezionali; il fatto che avesse un’esperienza politica, parlamentare, istituzionale, che però non aveva mai messo in questione la sua indipendenza rispetto ai partiti né, più in generale, la sua indipendenza di giudizio e di opinione; il suo impegno civile non identificabile con nessuna fazione o partito. Erano tutte caratteristiche che, secondo molti, forse anche secondo qualcuno che è qui con noi oggi, lo rendevano e l’avrebbero reso un buon Presidente della Repubblica.”

Introduzione a cura di Giuseppe Laterza

 

 

Stefano Rodotà – Il diritto alla conoscenza

VIDEO


Fonte: http://www.scuolalibraiuem.it/
Per leggere l’articolo completo http://www.scuolalibraiuem.it/upload/documenti/1392903189.pdf